casino campione

CASINO’ – “Non possiamo sostituirci agli amministratori locali, non abbiamo autorità diretta, per questo è auspicabile un passo indietro dei rappresentanti comunali”. Così alla Provincia di Como Stefano Candiani, ex sindaco di Tradate, sottosegretario leghista al ministero dell’Interno che invita il sindaco Roberto Salmoiraghi e relativa giunta a ‘defilarsi’, dichiarando finiti i tempi dei salvataggi milionari.

Gli fa eco in vice sindaco di Campione Alfio Balsamo, rimandando la situazione debitoria “ai tanti ex presidenti del Casinò, per buona parte di nomina leghista” e ribadendo che dall’insediamento della nuova giunta in avanti non è stato speso “nemmeno un centesimo”.

“Il Ministero dell’Interno sta seguendo scrupolosamente il caso”, dichiara il sottosegretario agli Interni Nicola Molteni, riportando l’intenzione di trovare soluzioni “serie e definitive e non misure tampone come già se ne sono viste in passato”.

Commenta su Facebook