Print Friendly

(Jamma) – “C’è un errore di fondo: si parla di disponibilità e buon senso mentre si tralascia l’inconsistenza del piano di rilancio. Un piano farlocco, che non esiste, che prevede solo tagli al personale. Ma soprattutto occorre dire che il Casinò è stato uno strumento per arrivare a un cambio di maggioranza”.

Lo ha detto il consigliere regionale Aurelio Marguerettaz (Union Valdotaine) intervenendo in quarta commissione durante l’incontro con le organizzazioni sindacali sul tema del piano di rilancio della casa da gioco.

“L’amministratore unico – ha detto – è totalmente inadeguato, lo vediamo giorno per giorno. La situazione è caotica. Mettere degli oneri finanziari su una situazione già precaria è un’operazione sciagurata. E poi: se i soldi li mettono le banche perchè non può metterli la Regione? Occorre mettere subito mano alla Governance”.

“L’assessore Chatrian – ha aggiunto Augusto Rollandin (Union valdotaine) – ha detto una serie di falsità. Dall’ottobre scorso nel bilancio c’erano delle risorse per restituire i fondi di ristrutturazione alla casa da gioco. Invece non si sono voluti onorare gli impegni presi in aula. Ancora una volta è stato falsato il lavoro fatto in precedenza”.

Commenta su Facebook