Il consiglio comunale di Vignola ha approvato all’unanimità un provvedimento che intende contrastare la diffusione del gioco d’azzardo, specialmente nelle vicinanze dei luoghi sensibili, a partire dalle scuole e da luoghi di aggregazione.

Recependo la Legge Regionale 5/2013, modificata dalla Legge Regionale  (“Norme per il contrasto, la prevenzione, la riduzione del rischio della dipendenza dal gioco d’azzardo patologico”), che prevede che le sale gioco, le sale scommesse, l’installazione di nuovi apparecchi per il gioco d’azzardo lecito, siano subordinate al rispetto della distanza dai cosiddetti “luoghi sensibili”, prevista in minimo 500 metri), e dando seguito alla delibera di Giunta Comunale 831/2017 (mappatura dei luoghi sensibili nel territorio comunale), il consiglio comunale ha approvato l’elenco degli esercizi che ospitano apparecchi per il gioco d’azzardo lecito, situati a meno di 500 metri dai luoghi sensibili, rilevando la presenza di una sala gioco per la quale è previsto il divieto di continuare a esercitare l’attività nel luogo di attuale ubicazione, posto appunto a meno di 500 metri da un luogo sensibile, e ulteriori 25 esercizi impossibilitati a procedere a nuove installazioni o al rinnovo dei contratti di apparecchi presenti nel locale.

A seguito di ciò sono state inviate in questi giorni, ai titolari dei suddetti 26 esercizi, le informazioni di avvio dei procedimenti relativi ai divieti di cui sopra, comunicando la possibilità di proroga a termini di legge per la sala slot (in caso di trasferimento dell’attività in zona non soggetta a divieto) e invitando gli altri 25 titolari a restituire, debitamente compilata e sottoscritta, autodichiarazione relativa agli apparecchi installati.

Il Servizio Interventi Economici del Comune ha poi trasmesso al comando della Polizia Locale l’elenco degli esercizi , per opportuni controlli, circa la veridicità delle dichiarazioni presentate.

“La nostra amministrazione, fin dal suo insediamento, ha voluto assumere provvedimenti concreti contro il gioco d’azzardo– commenta il sindaco, Simone Pelloni – L’iniziativa intrapresa dal consiglio comunale intende andare proprio in questo senso, allontanando di fatto le sale giochi dai luoghi più frequentati e maggiormente di passaggio, per tentare il più possibile di contrastare la facilità e la comodità della loro fruizione. Apprezzo peraltro che l’iniziativa sia stata condivisa da tutto il consiglio comunale, al di là delle appartenenze politiche, segno che questa è una battaglia condivisa, da portare avanti tutti insieme”.