Nuovi investitori per il team Esports con sede a Roma, che dopo un 2020 di grandi successi vuole espandersi ancora di più con altre sfide e ambiziosi obbiettivi

 

Sono passati circa sei mesi dallo sbarco del team MCES in Italia, e sin da subito il club di origini francesi si è voluto imporre come protagonista della scena Esports italiana. Dal lancio del Gaming Club, alla fondazione dei team professionisti, passando per importanti accordi commerciali e istituzionali, quella di MCES Italia è stata una crescita costante sia in termini societari che sportivi. E ora è arrivato il momento di nuove sfide e di porsi nuovi obbiettivi, per dare seguito a un anno positivo con un 2021 ancora migliore.

Per questo, è partito ufficialmente l’aumento di capitale del club, che può così attrarre nuovi investitori e contare su nuovi partner per le proprie strategie di crescita. Una scelta ambiziosa e lungimirante, che ha già accolto adesioni importanti nei primi giorni di raccolta: l’ex dirigente di Milan e Barcellona Ariedo Braida ha infatti subito deciso di entrare nel progetto di MCES Italia, così come altri imprenditori di alto livello come Alessio Calabrò (attivo nel settore della Difesa e dei media con Rait88 e L’Atleta) e Carlo Cancellieri (già socio di Francesco Totti in alcune attività dell’ex capitano giallorosso e collaboratore dell’attuale ct azzurro Roberto Mancini).

Profili di livello internazionale, che impreziosiscono ancora di più un club che già può contare su una struttura solida e un piano di sviluppo a lungo termine. Dalla sede di Roma, il direttore generale di MCES Italia Tommaso Maria Ricci si prepara alle prossime sfide: “Il 2020 è stato un anno positivo per noi e per tutto il movimento Esports italiano, ma ci sono ancora grandissimi margini di crescita. Dopo questi mesi di assestamento e consolidamento nel mercato italiano, siamo pronti a fortificare la nostra presenza sia in termini sportivi che societari, e iniziare il 2021 con un aumento di capitale ci darà la forza e le risorse per perseguire tutti i nostri obbiettivi”.

L’ingresso di partner così prestigiosi nel nostro team è sinonimo di credibilità e serietà, caratteristiche che ci contraddistinguono e che ci hanno permesso di affermarci sin da subito come realtà rivoluzionaria e attrattiva per gli investitori – continua Ricci – Ma non è finita, perché insieme al presidente Pierfrancesco Iazeolla stiamo lavorando su altre adesioni prestigiose”. Una conclusione di 2020 da ricordare, quindi, e un inizio di 2021 che si prospetta ancora più stimolante e ricco di sfide: il team MCES Italia è pronto per una nuova stagione.