enada
Print Friendly, PDF & Email

Alla fine del 2017 si è costituita la Federazione italiana degli E-Sports, Federesport, nata col desiderio di dare una struttura organizzativa ad un mondo che sta esplodendo per interessi e numerosità di competizioni: gli E-Sports, infatti, saranno quest’anno disciplina dimostrativa ai Giochi Asiatici di Singapore e si parla intensamente di un debutto già da Parigi 2024 ove, se il CIO darà il necessario benestare, si pensa che si distribuiranno le prime medaglie.

Diversamente da tutti gli altri che sono organizzatori nati per motivi commerciali, abbiamo l’obiettivo di usare esclusivamente videogiochi sportivi per avvicinare i ragazzi allo sport vero, quello che tradizionalmente ha portato in alto i valori delle Federazioni italiane.

Alcuni esempi già messi in atto da nostri associati sono stati il Campionato Italiano “Trofeo Motor Show” che ha mandato in pista su una Ferrari numerosi vincitori e il Trofeo Skipass che ha mandato sugli sci il vincitore di Modena.
E la passione per lo sport vero è esplosa!

Ci siamo fatti promotori e abbiamo creato le condizioni per fare nascere la Federesports con i seguenti soci fondatori e relativi incarichi.

Il Presidente è Michele Barbone (Presidente FIDS e componente del Consiglio Nazionale del CONI), Vicepresidente il Dott. Antonio Bruzzone (BolognaFiere SpA – Direttore Generale e Amministratore delegato), Maurizio Miazga Segretario Nazionale, Tesoriere la Dott.ssa Daniela Lorefice (avvocato e insegnante) e l’avv. Giancarlo Guarino legale(specialista in Diritto Sportivo e consulente di varie federazioni).

Siamo nati con i valori dello sport tradizionale e ci siamo accorti di quanto il settore dei videogiochi abbia estremo bisogno di regole sportive e di obiettivi chiari: i ragazzi non hanno mai avuto nessuno che abbia insegnato loro come usare i videogiochi pertanto occorre portarli a considerare i videogames come uno sport, come una disciplina del corpo e della mente. Ed è su questo che stiamo lavorando.

 

Vogliamo aiutare le attività esistenti a farsi conoscere attraverso il videogioco perché non ci sono solo i giochi sparatutto e un buon videogame può insegnare le regole dello sport reale migliorando i riflessi e creando le basi su cui innestare la pratica sportiva fisica.

 

Noi possiamo aiutare le aziende e gli sponsor ad attirare giovani.

Ci sono videogames sportivi per molte discipline e con il tempo saranno creati, con il nostro aiuto e su indicazione delle varie federazioni interessate, anche quelli che serviranno.

 

Vogliamo potenziare e sviluppare attività esistenti pianificando eventi sul territorio, formando i collaboratori, creando i presupposti per una crescita del settore e un buon ritorno per gli investitori nel settore degli E-Sports.

 

Non può esistere un progetto senza basi serie, ancora di più se si tratta di ragazzi.

Abbiamo costituito un Comitato  per le Attività Scolastiche con il coordinamento del Prof. Giovanni Caramazza del MIUR (Coordinatore Educazione Fisica per la Regione Sicilia).

Inoltre abbiamo creato i presupposti per un Comitato Medico-Scientifico, nato da un protocollo d’intesa con l’Università di Tor Vergata – Roma 2 e  coordinato del Prof. Antonio Lombardo (Corso di Laurea in Scienze Motorie).

Commenta su Facebook