I funzionari ADM del Veneto hanno continuato a garantire, in un anno segnato dalle limitazioni ai settori Giochi e Tabacchi, supporto agli utenti e la tutela degli interessi erariali.

Nell’anno 2020 sono state effettuate attività di controllo in 943 esercizi di raccolta scommesse e/o dotati di apparecchi da divertimento e intrattenimento e in 864 punti vendita e distribuzione dei tabacchi, riscontrando rispettivamente il 7% e il 13% di irregolarità.

Le violazioni hanno riguardato il mancato versamento dell’Imposta sugli Intrattenimenti, la irregolarità amministrativa e tecnica degli apparecchi, il mancato rispetto della sospensione della raccolta di gioco disposta nel periodo emergenziale nonché la presenza di personale non autorizzato nelle rivendite di generi di monopolio.

Le verifiche tecniche hanno riguardato anche le schede di gioco di apparecchi da divertimento, al fine di rilevare eventuali manomissioni, atte a evadere le imposte dovute e a non riconoscere le vincite ai giocatori.

Sono state invece 567 le verifiche del divieto di vendita dei tabacchi ai minori attraverso distributori automatici, che hanno portato a rilevare il 5% di irregolarità.

Sono state effettuate 846 verifiche a esercizi aventi lotto, enalotto, sala bingo e giochi minorili, riscontrando il 15% di irregolarità in materia di lotto, che ha riguardato la tardività dei versamenti settimanali dei ricevitori e la mancata conservazione degli scontrini vincenti.