Print Friendly, PDF & Email

NEW SLOT – “Non so se la manifestazione di Martedì scorso sia servita a cambiare qualcosa, ma sicuramente ci ha resi più consapevoli di cosa siamo e chi rappresentiamo”.


“Ho visto – scrive Davide Valenzano, SAPAR Piemonte – lavoratori dignitosi e orgogliosi di ciò che fanno, interagire direttamente con il Presidente del Consiglio Regionale Piemontese, facendo domande semplici, chiare, senza tecnicismi, statistiche o numeri che, molte volte, risultano incomprensibili persino a chi li mostra.

Ho visto una politica attenta ai lavoratori e vicina al cittadino.

Ieri, poi, ho letto un intervento del Dottor Gariglio sul decreto Dignità, dove vantava la paternità della legge Regionale e ne esaltava l’efficacia.

Gentilissimo Dottor Gariglio, forse le persone, perché di questo parliamo, sono stufe di proclami.

Quando, qualche giorno prima della scadenza del 20 Novembre, cercavamo di “ammorbidire” la legge, lei ha sostenuto in molteplici occasioni che si trattava di “un problema politico”.

Rendetevi conto che a noi non interessano i vostri “problemi politici”!

Ora abbiamo un problema sociale. Se veramente vuole sapere gli effetti della legge, li studi, si confronti e magari Martedì prossimo si renda disponibile ad un confronto con le persone che hanno perso o perderanno a breve il lavoro, a differenza di moltissimi colleghi italiani che non vivono questo dramma.

Ora, più che mai, abbiamo bisogno di legislatori, amministratori e politici equilibrati, volenterosi ed intellettualmente onesti”.

Commenta su Facebook