La Commissione sul gioco d’azzardo in Gran Bretagna invita i membri del pubblico, le imprese di gioco d’azzardo e altre parti interessate a fornire le loro opinioni su due questioni chiave come parte del lavoro per prevenire i danni legati al gioco d’azzardo.

La Commissione sta chiedendo pareri e dati sulla questione del gioco d’azzardo online con carte di credito e, separatamente, sul miglioramento delle misure di controllo del giocatore su tutte le macchine da gioco di categoria B.

Gioco d’azzardo online con carte di credito

L’anno scorso la Commissione ha sostenuto il principio secondo cui i consumatori non dovrebbero scommettere con denaro che non hanno: il gioco d’azzardo con denaro preso in prestito è già consolidato come fattore di rischio per il gioco d’azzardo dannoso. Ora sta cercando input significativi per aiutare a determinare se le restrizioni, potenzialmente incluso un divieto assoluto, sono necessarie per limitare i rischi per i consumatori.

Macchine da gioco di categoria B e protezione del giocatore

L’altra richiesta offre l’opportunità alle imprese di gioco d’azzardo di delineare come faranno fronte alle sfide definite nelle Revisioni governative sulle  macchine da gioco e sulle misure di responsabilità sociale circa le protezioni per i giocatori che usano le macchine da gioco di categoria B.

Ad aprile, la quota massima per le macchine da gioco di categoria B2 (Fobts) sarà ridotta da £ 100 a £ 2. Le macchine di categoria B1 nei casinò e nelle macchine di categoria B3, situate in sale giochi, sale da bingo e negozi di scommesse, offrono rispettivamente una posta massima di £ 5 e £ 2, ma fino a otto volte la velocità di gioco dei giochi B2.

I dati indicano che i rischi associati alle macchine di categoria B1 e B3 sono sostanzialmente simili ai rischi con macchine B2 a una quota massima di 100 sterline – il motivo per cui la Commissione lo scorso anno ha raccomandato al governo di voler esplorare ulteriormente le opzioni di protezione dei giocatori. Tali opzioni includono il monitoraggio del gioco, l’utilizzo di limiti temporali e monetari e di avvisi e la comunicazione di messaggi sul gioco d’azzardo in sicurezza. La Commissione ha anche affermato di voler conoscere gli sforzi dell’industria per valutare le misure di prevenzione del danno.

Paul Hope, direttore esecutivo della Gambling Commission, ha dichiarato: “Stiamo esplorando misure che potrebbero aiutare a ridurre il rischio di danni ai consumatori che utilizzano le loro carte di credito per giocare online e a coloro che giocano su tutte le macchine di categoria B. Vogliamo che i consumatori, le case da gioco e le altre parti interessate abbiano voce in capitolo e forniscano prove che ci aiutino a rendere il gioco più sicuro”.