Il Tribunale di Ragusa ha sospeso l’ordinanza ingiunzione dell’agenzia delle dogane e dei monopoli con cui si intimava di pagare € 20.000,00 ad un circolo ricreativo di Modica al cui interno erano stati trovati dei pc.

Il titolare del circolo, infatti, rappresentato e difeso dall’Avv. Michele Savarese si è opposto fermamente al provvedimento dell’agenzia fiscale contestando tutte le argomentazioni degli accertatori.

In particolare l’Avv. Savarese ha illustrato al Tribunale ibleo la circostanza che all’interno del circolo, legittimamente autorizzato all’attività di internet point, chiunque poteva connettersi alla rete indirizzandosi verso siti di giochi on line, nella totale estraneità del titolare che, pertanto, non può essere sottoposto al pagamento di alcuna sanzione pecuniaria.

“Siamo fiduciosi che anche durante la fase di merito, dimostreremo la totale legittimità dell’attività del circolo ricreativo – spiega l’ Avv. Savarese -, del resto eravamo sicuri che il Tribunale avrebbe sospeso un provvedimento privo di una qualunque fondatezza”.