Nel corso di controlli svolti presso la zona del porto di Fano (PU), gli agenti della polizia hanno notato dei movimenti sospetti all’interno di un bar, anche in orari di chiusura al pubblico.

Le successive indagini hanno consentito di appurare che due soggetti, con la complicità della titolare dell’esercizio e del suo convivente, sottraevano, in modo sistematico, il denaro contenuto nelle slot machine e macchine cambiavalute, fornite in locazione al locale. Per tale motivo i predetti, che secondo quanto emerso dalle indagini avrebbero sottratto, simulando dei furti con scasso, oltre 15.000 euro, sono stati denunciati per i reati di furto aggravato, appropriazione indebita e falso.