La Polizia cantonale comunica che negli scorsi giorni, a seguito di alcune segnalazioni, è stata effettuata un’operazione di controllo in alcuni esercizi pubblici del Locarnese. La stessa ha permesso di constatare in sette locali la presenza di pratiche di gioco d’azzardo illegale.

Questo mediante apparecchi di abilità omologati ma con la possibilità, non consentita dalla normativa cantonale, di farsi pagare le vincite in denaro. Complessivamente otto persone sono state denunciate per contravvenzione alla Legge di applicazione della legge federale sul commercio ambulante e della legge federale sul gioco d’azzardo e sulle case da gioco.

Sono stati inoltre sequestrati tre apparecchi. Ulteriori accertamenti sul rispetto delle disposizioni legali in materia di apparecchiature remuneranti denaro o altro saranno valutati nei prossimi giorni in base all’esito delle verifiche finora svolte.

Si ricorda che la Legge cantonale sancisce il divieto su tutto il territorio del Cantone Ticino della messa in esercizio di apparecchi automatici da giochi remuneranti denaro, buoni di qualsiasi genere o gettoni tramutabili in denaro, in merce o in buoni di qualsiasi genere.

Attualmente nei ristoranti e nelle sale da gioco del Cantone possono essere proposti apparecchi automatici per i giochi di destrezza a condizione che la vincita non sia remunerata in denaro, buoni di qualsiasi genere o gettoni tramutabili in denaro o in merce.