La Società è Supporter del progetto lanciato dal Ministero della Transizione Ecologica con Banca Mondiale, Regione Lombardia e Comune di Milano 

Schiavolin: “Il cambiamento climatico rappresenta una delle sfide più importanti della nostra epoca e deve vedere il coinvolgimento di tutti, incluso il settore privato”  

 

Snaitech aggiunge un fondamentale tassello al suo percorso di CSR supportando l’All4Climate Italy 2021. Lanciato dal Ministero della Transizione Ecologica in collaborazione con Connect4Climate del Gruppo Banca Mondiale e con la partecipazione di Regione Lombardia e Comune di Milano, l’All4Climate Italy 2021 raccoglie tutti gli eventi, i progetti e le iniziative dedicati al tema dei cambiamenti climatici e organizzati in vista della Pre-COP26 e del “Youth4Climate2021: Driving Ambition che si terranno a Milano dal 28 settembre al 2 ottobre.

Il 2021 è un anno fondamentale dal punto di vista ambientale: a novembre si terrà infatti a Glasgow la 26ma Conferenza delle Parti (COP26) della Convenzione delle Nazioni Unite sul Cambiamento Climatico (UNFCCC), un evento di enorme rilevanza e un’occasione irripetibile per un confronto tra i rappresentanti dei principali Paesi al mondo sul tema della salvaguardia ambientale. L’Italia è al centro di questo dibattito: delegazioni provenienti da circa 40 Paesi si troveranno infatti a Milano per la Pre-COP26, la riunione ministeriale preparatoria alla COP26. Sempre Milano ospiterà l’evento internazionale dedicato ai giovani “Youth4Climate2021: Driving Ambition”. In questo contesto, Snaitech ha scelto di supportare l’iniziativa All4Climate Italy, confermando il suo impegno in ambito CSR e associando per la prima volta il proprio nome ad una manifestazione di respiro internazionale.

Il cambiamento climatico è una delle sfide più importanti della nostra epoca e deve per questo vedere il coinvolgimento di tutti, dalla società civile, alle istituzioni fino ovviamente al settore privato. Per questa ragione, siamo felici ed orgogliosi di supportare All4ClimateItaly 2021 dando il nostro contributo alla diffusione di buone pratiche legate al tema dei cambiamenti climatici e agli obiettivi dell’Accordo di Parigi.” Ha dichiarato Fabio Schiavolin, Amministratore Delegato di Snaitech “In questi anni abbiamo lavorato tanto per armonizzare gli obiettivi economici della Società con quelli sociali e ambientali, al fine di conseguire una crescita che sia realmente sostenibile: il nostro supporto all’All4Climate Italy va esattamente in questa direzione, inserendosi in un più ampio piano di CSR di cui siamo molto orgogliosi e che siamo determinati a perseguire negli anni a venire”  

Snaitech è profondamente legata alle tematiche ambientali e alla valorizzazione degli spazi verdi. La società è proprietaria del comprensorio ippico di Milano, un immenso polmone verde che si estende per 1.300.000 di mq, circa l’1% dell’intera superficie del Comune di Milano, e ospita un prezioso parco botanico e 2.700 alberi ad alto fusto. L’impegno di Snaitech nei confronti dell’ambiente non si esaurisce tuttavia in questo aspetto, ma si riflette in azioni concrete e tangibili, come l’utilizzo di energia elettrica proveniente al 100% da fonti rinnovabili. Una scelta, questa, che non solo genera un impatto positivo sulla riduzione dell’inquinamento atmosferico, ma contribuisce anche al raggiungimento dell’SDG 13, “Lotta contro il cambiamento climatico”, uno degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile previsti dall’Agenda 2030 sottoscritta dai Paesi membri delle Nazioni Unite.

Oltre a contribuire attivamente alla realizzazione dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile del pianeta, Snaitech ha annunciato ad aprile 2021 la sua adesione allo United Nations Global Compact delle Nazioni Unite, la più grande iniziativa a livello mondiale per la sostenibilità aziendale per lo sviluppo, l’attuazione e la divulgazione di pratiche responsabili: un appello rivolto alle aziende di tutto il mondo che Snaitech ha accolto con entusiasmo e responsabilità.