10 anni fa, i giocatori danesi sono stati tra i primi a ricevere l’opportunità di escludersi da tutto il gioco d’azzardo proposto tramite computer o smartphone o nei casinò fisici. Nel 2012, la Gambling Authority ha creato il Register of Voluntarily Excluded Players (ROFUS), che è stata una delle numerose iniziative politiche per combattere la dipendenza dal gioco d’azzardo. Con ROFUS, il giocatore può scegliere di escludersi temporaneamente (24 ore o uno, tre o sei mesi) o definitivamente.

Rofus

Aumento costante dei giocatori esclusi

Un numero crescente di giocatori ha approfittato della possibilità di esclusione volontaria ogni anno da quando il registro è stato istituito per la prima volta nel 2012. Alla fine del 2012 erano quasi 1.500 i danesi registrati con ROFUS.

C’è stato un aumento significativo di circa 4.000 registrazioni in più all’anno nel 2016 che potrebbe essere dovuto ad una maggiore attenzione dell’Autorità per il gioco d’azzardo sul marketing e diversi fornitori di giochi hanno iniziato a fare riferimento al registro sui loro siti Web.

Rofus Danimarca

Sono uomini e specialmente i più giovani che si escludono dal gioco

Sono proprio gli uomini che vogliono escludersi dal gioco e rappresentano il 76% degli iscritti a ROFUS; questa percentuale è rimasta costante da quando è stato creato il registro.

Le fasce di età 20-29 e 30-39 anni costituiscono i due gruppi più grandi con un totale del 58% delle persone interessate. Nelle due fasce d’età, gli uomini sono chiaramente sovrarappresentati.