Causa sospesa in attesa della pronuncia della Corte di Giustizia

Importante ordinanza del 9 novembre 2021 quella con cui il Tribunale di Roma, in causa di opposizione a decreto ingiuntivo tra gestore opponente e concessionario opposto, ha rigettato la richiesta di provvisoria esecutorietà avanzata dal concessionario stesso, accogliendo la opposizione a tale provvedimento sostenuta dai difensori del gestore avv.Carlo Lepore e avv. Marco Ripamonti.
Stavolta il Tribunale non si è limitato a ciò e, sempre in accoglimento delle richieste dei predetti difensori, ha sospeso la causa ritenendo alla stessa pregiudiziale la pendenza del procedimento in Corte di Giustizia sulla compatibilità della norma impositiva al Trattato UE e la pronuncia che verrà resa sulla questione.
Soddisfazione è stata espressa dai difensori. L’avvocato Ripamonti ha così commentato: “Il collega Lepore ed io stesso abbiamo appreso con soddisfazione il tenore del provvedimento, che comporterà la prosecuzione della causa soltanto una volta definita la pregiudiziale pendente. Naturalmente restano impregiudicate le altre questioni dedotte, quali i criteri di calcolo e la pretesa solidarietà passiva in capo al gestore sulle quote di pertinenza dell’esercente”.