pirrello
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – “Con l’augurio che il sottosegretario con delega ai giochi venga riconfermato, in attesa di ciò, i soci, simpatizzanti, familiari, parenti ed amici dell’A.G.G.E. Sardegna assieme al presidente hanno deciso rottamare le proprie schede elettorali. Il presidente, nell’ansia del responso elettorale e per riconoscenza dei trattamenti ricevuti, comunica ai propri aderenti alcune istruzioni d’uso.

Appurato che il tormentone dell’ultima ora riguarda la riduzione “selvaggia” attuata da alcuni concessionari con il benestare dell’A.D.M, si precisa che entro il 31 dicembre 2017 tale riduzione in capo al concessionario doveva e deve essere attuata in misura del 15 per cento sul numero di nullaosta ad egli intestati alla data del 31 dicembre 2016, secondo criteri e modalità parzialmente prestabilite e con la collaborazione dei gestori proprietari degli apparecchi (nonché dei relativi nullaosta dati i cento euro versati per l’acquisto).

Pertanto chiunque sia stato oggetto (vittima) del blocco di nullaosta in misura superiore (al momento) del 15 per cento può computare la differenza in eccesso in capo alla restante diminuzione da effettuare entro il 30 aprile prossimo o chiedere il risarcimento di tutti i danni subiti e subenti alle controparti interessate. Resta inteso che nel caso di richiesta dei danni sarebbe opportuno evitare (almeno per il momento attuale) di dismettere gli apparecchi in eccedenza rispetto la percentuale del 15 per cento, al fine mettere in mora (10.000 euro ad apparecchio) i concessionari “distratti” e attendere (con serenita gli sviluppi)”.

Francesco Pirrello (Presidente Agge Sardegna)

Commenta su Facebook