In questi giorni sta arrivando il rendiconto dei primi 15 giorni di marzo per la raccolta con gli apparecchi automatici.

In base alle disposizioni della Agenzia delle Dogane e dei Monopoli dal giorno 8 marzo è sospesa l’applicazione del PREU forfettario per tutti gli apparecchi sul territorio nazionale, quindi non viene addebitato per gli apparecchi spenti o non letti dal sistema nazionale di registrazione delle giocate.

Il canone di concessione dovrebbe rientrare tra gli adempimenti sospesi con il Decreto Cura Italia, anche detto COVID TER.

La modalità di corresponsione del canone di connessione, invece, stabilita in fase di contrattualizzazione tra il concessionario e il terzo incaricato della raccolta, dipende dal tipo di contratto stipulato tra le parti.