Bruxelles. Errori nella procedurea di notifica del decreto di regole tecniche che introduce l’obbligo della tessera sanitaria per le AWP e che è stato sottoposto alla Commissione Europea. Manon solo.

Alla vigilia della scadenza del perido di stand still del progetto di regole tecniche che aggiorna le regole tecniche di produzione e verifica tecnica degli apparecchi e congegni da divertimento ed intrattenimento di cui all’art. 110, comma 6 lettera a) del T.U.L.P.S., Jamma.it è in grado di riferire di alcune delle osservazioni inviate a Bruxelles.

Sarà quindi la Direzione Generale del Mercato interno, dell’industria, dell’imprenditoria e delle PMI della Commissione stessa a valutare se queste osservazioni necessiteranno di ulteriori chiarimenti e quindi portare a uno slittamento dei tempi per l’adozione del decreto stesso da parte delle autorità italiane.

Errori nella procedura di notifica

Tra le osservazioni inviate si fa riferimento ad errori di notifica. Nello specifico si chiarisce che manca un chiaro riferimento alla norma contenuta nel decreto recante disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni laddove specifica che l’introduzione della tessera sanitaria per l’accesso agli apparecchi AWP deve intendersi riferita agli apparecchi che consentono il gioco pubblico da ambiente remoto, quindi non alle attuali ma alle future AWPR.

Quindi lo Stato italiano notifica una regola tecnica facendo riferimento agli attuali apparecchi AWP in uso mentre in realtà tramite altra legge ne stabilisce che tali lettori di tessera sanitaria per il riconoscimento delll’utente giocatore si riferiscono ad apparecchi di futura produzione ovvero le AWP da remoto, dimenticandi di citare tale nuova norma art.27 comma 4 D.L 28/01/19 ora convertito in legge 28 marzo 2019, n. 26 .

La tessera sanitaria

In una delle segnalazioni inviate si fa poi riferimento alla tessera sanitaria. L’obbligo di tali dispositivi di lettura di codici a barre è contro le norme comunitarie e alle Direttive 2002/21/CE , 2002/22/CE, 2002/58/CE oltre alle successive 2006/24/CE , 2009/136/CE e del regolamento (CE) n. 2006/2004 sulla cooperazione tra le autorità nazionali responsabili dell’esecuzione della normativa a tutela dei consumatori, perché i cittadini comunitari ed extracomunitari se non in possesso di tale tessera sanitaria o documento analogo, unico che contiene codice a barre per l’individuazione della data di nascita, non avrebbero accesso ai giochi comma 6/a del 110 TULPS (New Slot o AWP).

Altra grave infrazione o violazione potrebbe nascere una schedatura, memorizzata all’interno della scheda di gioco e accessibile al produttore della scheda stessa in caso che questa venga inviata alla riparazione, oppure tali dati potrebbero entrare nella disponibilità dei concessionari di rete senza il consenso dell’ignaro giocatore.

Il progetto di decreto è stato notificato alla Commissione circa tre mesi fa. Nel caso in cui la Commissione decidesse di accettare osservazioni al decreto i tempi di adozione potrebbero slittare da un minimo di un mese a tre.