ADM chiarisce nella circolare del 17 aprile, a firma del Dirigente ADI Antonio Giuliani,  inviata ai concessionari della rete newslot, che si devono ritenere prorogati sino al 4 maggio i termini in scadenza al 13 aprile, come conseguenza delle misure introdotte con il decreto del DPCM del 10 aprile 2020.

Fino al 13 aprile infatti, così come da circolare del 3 aprile 2020, è stata disposta la sospensione della maturazione della base imponibile forfetaria del Preu sugli apparecchi da intrattenimento Comma 6 a e la messa in manutenzione straordinaria si tutti gli apparecchi.

Quanto alla sospensione dei termini decadenziali dei titoli autorizzatori e altri termini, Adm chiarisce nella nota precedente che “di seguito a quanto disposto” alla nota del 12 marzo in relazione al termine decadenziale di cui all’articolo 38, comma 5, della legge 23.12.2000, numero 388, previsto per le ipotesi di temporaneo mancato collegamento alla rete telematica, anche il periodo dal 4 al 13 aprile non sarà computato ai fini del decorso dello stesso”.

La sospensione del termine decadenziale “deve intendersi riferita anche ai termini vigenti per i procedimenti inerenti alla cessazione di efficacia dei titoli autorizzatori, alla rottamazione (…) nonchè alle istanze di rilascio di Noe in sostituzione dei corrispondenti già cessati ovvero ai procedimenti la cui conclusione necessita della materiale consegna di documentazione all’Ufficio competente”.

Scadenze quindi che slittano al 3 maggio.

Inoltre, “in relazione alle eventuali richieste di modifica/sostituzione degli apparecchi da intrattenimento“, presentate dal 4 al 13 aprile nell’ambito della procedura straordinaria per riduzione del payout “è consentita la consegna differita del dispositivo e dei titoli autorizzatori”.

Il periodo dal 4 al 4 maggio “non sarà computato ai fini della decorrenza dei termine di 90 giorni fissato per la presentazione della richiesta di pagamento del ticket dell’articolo 13,2 del decreto recante le regole tecniche di produzione dei sistemi di gioco Vlt” e che “il riversamento delle somme derivanti dai ticket non riscossi” delle Vlt “relativi al primo trimestre 2020 è prorogato al 31 luglio 2020 e saranno, pertanto, riversate unitamente alle somme derivanti da eventuali ticket non riscossi relativi al secondo trimestre 2020″.

Leggi il TESTO della nota ADM