Il Gip presso il Tribunale di Napoli ha accolto la richiesta del Pubblico Ministero, archiviando con decreto del 30.9.2021, la posizione di un gestore di AWP che riguardo ad apparecchi Cristaltec era stato indagato per frode informatica. La difesa del gestore, rappresentata dall’avv.Marco Ripamonti, all’esito della perizia sulle schede effettuata da SOGEI, ha depositato memoria difensiva argomentando, per ragioni di fatto e di diritto, la non riconducibilità al proprio assistito delle alterazioni riscontrate. Da ciò l’archiviazione.

L’avv.Ripamonti, impegnato in diversi casi inerenti la questione, ha così commentato: “La vicenda nel suo complesso è piuttosto articolata ed è transitata da Torino a Perugia, per poi approdare in diverse Procure per ragioni di competenza territoriale e funzionale. Molti aspetti della questione possono comunque venir chiariti dalla disamina del carteggio proveniente  dalla Procura della  Repubblica di Perugia, che ha avuto modo di occuparsi di alcuni casi, relazionandosi anche con gli inquirenti torinesi”.