L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha pubblicato la versione 1.7.2 del “documento che riporta il protocollo di comunicazione comma 6a (già specifiche di comunicazione) relativo ai messaggi di colloquio tra il sistema del concessionario AWP (già sistema di elaborazione del concessionario) e il sistema di controllo AWP (già sistema centrale) di ADM di cui al capitolato tecnico per la gestione telematica del gioco lecito mediante apparecchi da divertimento e intrattenimento nonché delle attività e delle funzioni connesse.

Si precisa che dalla data di pubblicazione sul sito di Adm dell’Elenco dei soggetti che svolgono attività funzionali alla raccolta del gioco mediante apparecchi da divertimento con vincite in denaro (vedi G.U. n. 100 del 2-5-2011), dovranno necessariamente essere utilizzati solo tali soggetti e i relativi esercizi, per l’invio dei dati tramite messaggi telematici. Si specifica inoltre che dal 01 luglio 2012 dovranno essere utilizzati, da tutti i messaggi telematici che prevedono la valorizzazione del codice identificativo dell’esercizio assegnato da ADM, esclusivamente i codici presenti nell’ Elenco dei soggetti per Esercizi.

Dalla data del 30 Novembre 2021, entreranno in vigore le modifiche al presente protocollo di comunicazione, più precisamente: 1) modifiche al messaggio 362; 2) i nuovi messaggi 900, 901, 902, 903, 904, 413, 414, 415, 416, 417;

I termini in grassetto utilizzati assumono il significato indicato affianco di ciascuno di essi nel nomenclatore unico delle definizioni, riportato in allegato 1 alla convenzione di concessione.

I termini in grassetto corsivo utilizzati assumono il significato indicato affianco di ciascuno di essi nelle definizioni riportate nel successivo paragrafo 2.

Il documento si articola nelle seguenti sezioni:

– contesto generale, in cui s’illustrano:

· le entità coinvolte nella comunicazione,
· le tipologie e i flussi dei messaggi,
· le regole che le entità devono seguire per il trattamento dei messaggi;

– autenticazione dei messaggi, in cui s’illustrano:

· le modalità di calcolo e verifica del codice di autenticazione, che fa parte del messaggio cui si riferisce, al fine di garantire al sistema destinatario la certezza della sua provenienza e integrità,
· le indicazioni relative alle modalità di consegna da parte di ADM della coppia di chiavi asimmetriche da utilizzare;

– compressione, in cui s’illustrano le modalità di compressione dei messaggi che superano una dimensione prefissata di lunghezza del messaggio;

– descrizione dei messaggi, in cui s’illustrano le strutture dei singoli messaggi oggetto di scambio, che, con riferimento a quanto previsto nel capitolato tecnico, riguardano:

· dati di gioco registrati negli apparecchi di gioco;
· segnalazioni d’irregolarità evidenziate dall’elaborazione dei dati raccolti;
· eventi che si verificano durante il ciclo di vita degli apparecchi di gioco;
· dati relativi agli apparecchi di gioco;
· dati relativi agli esercizi;
· dati relativi ai punti di accesso;

– tabelle di decodifica, in cui s’illustrano le tabelle da utilizzare per impostare il valore di tutti i campi presenti nei messaggi operativi che presuppongono l’utilizzo di particolari codici;

– elenco delle tabelle e figure, in cui s’illustrano gli elenchi di tutti i messaggi, dei loro tracciati e delle tabelle di decodifica utilizzate per la composizione dei messaggi stessi”.

Scarica il protocollo di comunicazione qui.