Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) A quando gli effetti dei diversi interventi che negli ultimi mesi hanno interessato il mercato delle slot in Italia? Marco Sala, Chief Executive Officer, di International Game Technology PLC , fa il punto della situazione.

“Possiamo distinguere tre diverse misure: l’incremento della tassazione, la riduzione del numero degli apparecchi sul mercato e le norme regionali che hanno ridotto drasticamente le slot ” spiega Sala illustrando la situazione. “Per quanto riguarda il taglio delle installazioni prevediamo un calo medio delle entrate nel 2018”. Il manager precisa quindi che la riduzione in termini percentuali non dovrebbe essere limitata a non oltre il 9%. “D’altra parte la maggiore produttività delle macchine da gioco dovrebbe compensare gli effetti della riduzione delle unità installate. E crediamo di poter compensare l’impatto sui profitti attraverso costi inferiori associati alla gestione di una rete più piccola, meno frammentata”. “Non crediamo che la riduzione delle AWP che è stata attuata tra la fine del 2017 e aprile 2018 inciderà molto sulla nostra redditività”.


Sala spiega che “la maggiore produttività di VLT e AWP sta contribuendo a mitigare l’impatto di una maggiorazione delle imposte sulle macchine da gioco così come del taglio delle installazioni”.


“Una discorso diverso va fatto su alcune leggi regionali. In questo momento stiamo valutando gli effetti di ulteriori restrizioni sulle macchine da gioco nel canale generalista. Ci aspettiamo restrizioni in un paio di altre regioni entro la metà di quest’anno. Si stima che questo impatto creerà un calo di circa $ 10 milioni in termini di EBITDA nel 2018, calo che abbiamo già preso in considerazione. Naturalmente continueremo a lavorare sodo, apprezzando la migliore produttività delle macchine nei negozi specializzati e allineando anche la nostra struttura per recuperare parte di questi effetti contrari”.

E sul fatto che quello italiano, al di là di tutto, è pur sempre un modello, almeno in termini di organizzazione, non ci sarebbero dubbi. “Sul fronte organizzativo abbiamo annunciato un cambiamento importante con il consolidiamo della leadership della regione nordamericana sotto Renato Ascoli. Stiamo allineando la nostra struttura nordamericana con il modello regionale già implementato nei nostri segmenti internazionali e italiani. Questa semplificazione della nostra organizzazione ci posiziona meglio per sfruttare nuove opportunità strategiche come le scommesse sportive” conclude Sala.

Commenta su Facebook