«La posizione di As.tro espressa, dopo l’open hearing promosso da ADM sulla regolamentazione degli apparecchi da gioco senza vincita in denaro, risponde all’esigenza di affrontare con approccio pragmatico le questioni che, nell’immediata attualità, rendono particolarmente complesso lo sviluppo del settore.

Porsi il problema delle modalità di applicazione del Decreto Balduzzi (e quindi di una corretta ed esaustiva definizione di cosa sia un totem), o di altre tematiche riferibili a situazioni sanzionabili (come la diversificazione dell’offerta negli esercizi) – afferma il Dott. Marco Castaldo, Responsabile Sezione Online/Scommesse Assotrattenimento2007-As.tro – significa affrontare temi su cui incide la regolamentazione corrente con impatto quotidiano sull’offerta di gioco, sull’assetto del mercato e sulle forme di concorrenzialità in esso presenti.

Un approccio come quello descritto non esclude nel modo più assoluto l’interesse di As.tro a ragionamenti diversi relativi ad una definizione del gioco con vincita in denaro, e del confine tra questo e l’amusement, il cui perimetro non è più riconducibile alle tipologie di device stratificatesi nel tempo.

Ben venga quindi un confronto nel settore, e con il Regolatore, in cui si affrontino questi temi alla luce del nuovo che si affaccia sia per le tecnologie adottate, che per i prodotti offerti.

È un confronto che As.tro auspica da tempo ed al quale ha intenzione di partecipare con le proprie risorse di conoscenza ed esperienza, ma nella consapevolezza che, non essendo immaginabile un intervento regolatorio rapido su questi argomenti, è comunque necessario, nel frattempo, affrontare l’esistente.

I due temi non sono quindi alternativi e neanche possono essere ricondotti nella dicotomia conservazione/modernizzazione: si collocano su piani temporali diversi e vanno entrambi affrontati.

As.tro accoglie, quindi, con favore la Vostra proposta di un costruttivo confronto sulle tematiche da Voi evidenziate».

think tank Jamma

Affinché il riordino del gioco possa rappresentare un risultato condiviso da tutti intendiamo pubblicare e promuovere le vostre opinioni – senza alcun filtro – e le idee da proporre per soluzioni tecniche, anche rivoluzionarie, necessarie al rilancio del settore e al miglioramento dell’impatto sociale del gioco di Stato.

Accettiamo testi, video e messaggi vocali: