Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – L’ufficio legale dell’A.G.G.E. Sardegna di concerto con l’ufficio di Presidenza con una nota a firma del presidente, Francesco Pirrello, comunica:

«visto lo stato di necessità nonché le gravi ripercussioni che la maggioranza dei GESTORI subisce a causa di quella che sarebbe dovuta essere una contenuta riduzione del parco macchine utilizzate per l’espletamento della propria attività;

constatato che, come preteso dai Concessionari di concerto con l’ADM una ulteriore riduzione “ad personam” precluderà di fatto ogni possibilità di restare nel mercato del lavoro;

appurato che, gli inviti e le raccomandazioni rivolti ad alcuni fra i principali irresponsabili che dovrebbero occuparsi (seriamente e responsabilmente) DELLA PROBLEMATICA RIGUARDANTE LA RIDUZIONE DEI NULLAOSTA DI MESSA IN ESERCIZIO, non hanno sortito alcun effetto;

Mio malgrado, al fine di onorare l’incarico affidatomi dai soci A.G.G.E. Sardegna e per quanti ancora meritevoli di attenzioni, suggerisco (per brevi linee) alcune estreme azioni:

1) RICORRERE AL T.A.R. CONTRO LE ULTIME NOTE/RICHIESTE DEI CONCESSIONARI (ADESSO TROVA GIUSTIFICAZIONE E FONDATI MOTIVI FARLO … E NON PRIMA);
2) PREDISPORRE PARIMENTI RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI NEI CONFRONTI DEI CONCESSIONARI PER GLI EVENTUALI DANNI SUBITI E SUBENDI;
3) SEGNALAZIONE/DENUNCIA PENALE PER UN EVENTUALE “ABUSO D’UFFICIO” DATA LA POSIZIONE DOMINANTE DEGLI STESSI IN ORDINE ALLE MODALITA’ E AI CRITERI ADOTTATI NELL’ATTUARE LA RIDUZIONE PER TALUNI GESTORI;
4) VALUTARE UNA COMPLESSIVA ED UNANIME AZIONE SINDACALE VOLTA A NON RESTITUIRE I N.O.E. OGGETTO DI ARBITRARIA RIDUZIONE E DI CONTESTAZIONE.

Ferme restando (a seconda del caso) ogni altra opportuna azione, il Presidente dell’A.G.G.E. Sardegna sarà disposizione “off-limit “ per tutti coloro che necessitino di ogni ulteriore chiarimento e/o delucidazione a riguardo».

Commenta su Facebook