La Giunta Comunale di Riccione ha approvato la mappatura dei luoghi sensibili e delle aree di rispetto entro cui sarà vietata la presenza di sale da gioco e non dovranno essere installate apparecchiature per il gioco d’azzardo. In ottemperanza alle nuove normative della regione Emilia Romagna sono state definite le modalità attuative del divieto di apertura di sale giochi nell’ambito di 500 metri da luoghi definiti sensibili, in ottemperanza alla Legge Regionale n.5 del 4 luglio 2013 sulle “Norme per il contrasto, la prevenzione, la riduzione del rischio della dipendenza dal gioco d’azzardo patologico, nonché delle problematiche e delle patologie correlate”, così come integrata dalla Legge Regionale n.18 del 28 ottobre 2016.“

I luoghi sensibili compresi nella mappatura sono i luoghi di aggregazione giovanile, i Centri di Buon Vicinato le cui strutture rappresentano, senza limiti di età per i suoi fruitori, un importante riferimento di aggregazione e valorizzazione della città nei suoi quartieri, le discoteche per il ruolo di aggregazione giovanile che le contraddistingue, le scuole di ogni ordine e grado, inclusi gli asili nido in quanto, rappresentano comunque un servizio socio-educativo rilevante sul territorio, considerevole di tutela, senza alcuna distinzione tra natura pubblica, paritaria o privata, impianti sportivi, strutture residenziali o semiresidenziali, luoghi di culto. L’obiettivo consiste nel fissare l’area obbligata di 500 metri entro la quale è vietato insediare nuove sale giochi e allo stesso tempo mappare tutte le attività presenti sul territorio comunale al fine di assoggetarle alla nuova regolamentazione che ne prevede entro 6 mesi la chiusura.“

Commenta su Facebook