All’esito di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Benevento, gli agenti della Questura di Benevento hanno eseguito una misura di sicurezza della libertà vigilata per il periodo di 1 anno, con obbligo di cura presso struttura sanitaria assistenziale di tipo residenziale, adottata dal G.I..P. del Tribunale di Benevento, nei confronti di un giovane ventiquattrenne, ritenuto responsabile di una rapina ai danni di una sala slot di Benevento avvenuta il 30 settembre del 2020.

In particolare, l’indagato, dopo essersi trattenuto per circa venti minuti all’interno della sala slot come un normale avventore, intento a giocare al videopoker, usciva dalla stessa per farvi rientro, immediatamente dopo, travisato con cappellino e occhiali da sole; dopo aver chiesto al dipendente dell’esercizio commerciale di restituirgli i soldi che aveva precedentemente giocato, ritenendo che ci fosse stato un malfunzionamento delle apparecchiature, lo spingeva con violenza all’interno dell’ufficio e, dopo una colluttazione, durante la quale gli bloccava il collo e l’avambraccio, si impossessava della somma di euro 1000,00 custodita nella cassettiera riposta sotto il tavolo della scrivania per poi darsi alla fuga.

L’attività investigativa condotta dalla Squadra Mobile di Benevento, basata principalmente sull’analisi delle immagini registrate dal sistema di sorveglianza della Sala Slot, consentiva di individuare l’autore del fatto criminoso.