La Procura della Repubblica di Roma ha recentemente chiesto l’archiviazione riguardo a procedimento scaturito da denuncia di un concessionario verso un gestore, assistito dall’avvocato Marco Ripamonti, per il mancato versamento della quota parte dell’imposta una tantum di cui alla legge di Stabilità 2015.

Per la procura capitolina, che ha accolto la posizione difensiva esposta dall’avv. Ripamonti, si tratta del mancato versamento di un’imposta indipendente dagli incassi e non del mancato riversamento di denari, detenuti in forza di incarico di pubblico servizio, appartenenti a terzi e derivanti da incassi delle AWP (Newslot). Da tale argomento la ritenuta insussistenza del delitto di peculato.

Commenta su Facebook