acmi
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) L’associazione dei produttori di macchine da intrattenimento aggiorna il calendario delle sua attività con due importanti appuntamenti. Entro la fine di questa settimana si terrà una riunione interna, in attesa di essere ricevuti al Mef probabilmente la settimana prossima – per un incontro chiesto da Acmi e che si auspica venga accordato quanto prima. Lo anticipa al Velino Gennaro Parlati, direttore generale di Acmi. “La necessità di fare presto è d’altronde dettata dalle scadenze individuate dall’accordo siglato lo scorso 7 settembre e che prevede la sostituzione – per rottamazione – di tutte le circa 265.000 slot che resteranno dopo la riduzione del 35% dell’attuale parco macchine con le AWPR entro il 31 dicembre 2019 e “in modo proporzionale a partire dal primo gennaio 2018 nella misura del 50% annuo per gli esercizi che detengono più di 2 Awp”.

“Ora – spiega Parlati – bisogna definire bene i confini dell’accordo cosi come è stato sottoscritto. Vorremmo avere delle informazioni precise per immaginare il futuro e per sviluppare il progetto delle Awpr su cui lavoriamo da tempo. Per ora c’è una scadenza, che è la stesura del decreto entro la fine di ottobre. Bisogna definire le caratteristiche della nuova macchina. Appena avremo delle linee guida e precise indicazioni sul nuovo prodotto ci metteremo mano ed entro 8-9 mesi potremo avere il prototipo”. Il dg di Acmi ricorda poi come non ci sia ancora “nulla di definito”, ma d’altronde – evidenzia – per la definizione del prodotto bisognava aspettare che l’accordo fosse siglato. “Aspettiamo adesso di avere qualche dettaglio maggiore e per poter così programmare la nostra attività. I produttori sono pronti”.

Commenta su Facebook