Grazie all’attività investigativa dei militari dell’Arma è stata scoperta una “piazza” di spaccio di sostanze stupefacenti a Raffadali (AG). Sono state emesse tre ordinanze di custodia cautelare ai domiciliari per due raffadalesi e una donna di Favara. Destinatario di un obbligo di dimora nel Comune di residenza un libico residente ad Agrigento. Stesso provvedimento firmato per un altro soggetto che però risulta essere emigrato in Germania. Gli indagati sono risultati essere anche destinatari del reddito di cittadinanza.

Nell’ambito delle indagini è emerso che le cessioni della droga avvenivano anche in un locale il cui proprietario è stato denunciato per l’attività abusiva per gioco d’azzardo e scommesse perché aveva slot machine senza autorizzazione. Il titolare del locale ha ricevuto una sanzione di circa 90mila euro e la denuncia alla Procura.