L’operatore di gioco greco OPAP ha completato l’introduzione di 25.000 macchine per terminali vlt nel suo paese d’origine nel dicembre 2019.

Il lancio delle macchine fornite da Inspired e Synot Group è durato poco meno di tre anni, a partire dall’11 gennaio 2017 dopo che l’Unione Europea nel 2015 ha approvato la decisione del governo greco di assegnare a OPAP un monopolio sulle VLT.

Le VLT sono state una fonte significativa di entrate per OPAP nella prima metà del 2019, con ricavi in ​​crescita del 56,5% su base annua da 89,4 a 139,9 milioni di euro. Di conseguenza, ciò ha aumentato la sua quota delle entrate del gruppo dal 12,1% al 17,9%, con OPAP che gestisce 20.035 macchine in 365 sale da gioco e 1.952 dei suoi negozi.

L’accordo esclusivo originale dell’OPAP era di introdurre 35.000 VLT, ma il parlamento greco ha successivamente approvato un atto per ridurlo a 25.000.

A settembre, il Consiglio di Stato greco, suprema corte amministrativa greca, ha revocato la licenza di scommesse sportive online dell’OPAP dopo che l’operatore austriaco Goalbet ha sostenuto che all’OPAP non era mai stato chiesto di soddisfare le condizioni necessarie per la licenza.

L’OPAP ha affermato che farà appello alla decisione e sta “valutando come perseguire la tutela dei suoi interessi con tutti i mezzi legali”, sebbene abbia anche notato che le scommesse sportive online generano meno dell’1% delle sue entrate.

Nell’ottobre 2019, il parlamento greco ha approvato una serie di riforme del gioco d’azzardo online. Le riforme includono una tassa di licenza di 3 milioni di euro e un’imposta sul reddito lorda del 35% per i licenziatari, nonché una puntata massima di 2 € per i giochi a generatore di numeri casuali (RNG) come le slot online.

All’inizio di questo mese, il Ministero delle finanze greco ha presentato i regolamenti alla Commissione europea per approvazione.