nevola

SLOT – “Ai signori di Agcai voglio dire, che i loro attacchi diffamatori e velatamente violenti non ci faranno desistere dalla strada che abbiamo intrapreso dando già da due anni a questa parte un contributo culturale e volontario, oltreché libero e indipendente, sull’importante tematica del gioco in Italia.

Non solo, ma questi attacchi ci rafforzano, e fanno ben comprendere a tutti quanto io e La Sentinella combattiamo realmente contro chi non vorrebbe alcuna regola in questo campo, ma bensì lasciare proliferare ogni forma di gioco, senza alcuna tutela per i più deboli nel Paese. Il mio ruolo in questo settore è esclusivamente quello del libero pensatore che vuole contribuire al benessere sociale economico e politico del Paese per quanto nelle sue possibilità.

Il contratto di Governo tra Lega e Movimento 5 Stelle parla chiaro sul tema del gioco, i luoghi dedicati sono per definizione dei luoghi protetti dove i minori non possono entrare e sono controllabili, come sono serie le tabaccherie in quanto tradizionalmente abituate ad offrire gioco in maniera seria e responsabile.

Il gioco non può essere vietato completamente come ha ben detto il Ministro Di Maio perché finirebbe per restare in piedi solo l’offerta illegale. Il Governo ha invece fatto bene ad adottare tra le prime misure il divieto alla pubblicità del gioco, misura da noi proposta quasi due anni fa. Trovo inaccettabile che vi sia più di una slot in ogni bar italiano. Slot che, come emerso da molte indagini delle Forze dell’Ordine, non vengono sempre controllate e che talvolta sono dotate di schede truccate, andando così ad alimentare i circuiti illegali.

Ad Agcai da fastidio che La Sentinella combatta l’illegalità e le nuove forme di gioco irregolare, che voglia delle regole chiare e dei luoghi sicuri dove giocare distanti dai minori? A noi non importa, continueremo a portare avanti questa linea con orgoglio! Noi non abbiamo a cuore gli interessi di nessuno se non quelli degli italiani, dei giocatori e delle imprese che operano con serietà nella legalità. Se Agcai, che non si sa bene chi rappresenti come associazione di categoria, ritiene di non offrire in maniera seria il gioco lecito farebbe bene a correggere il tiro, se Agcai intende che le multinazionali offrono gioco legalmente e con serietà farebbe bene a prendere spunto, a noi non interessa, non facciamo queste valutazioni, ci limitiamo ad esprimere concetti che riteniamo utili e positivi. Diamo comunque rispetto e pretendiamo rispetto. Buon lavoro”. Così Luigi Nevola presidente de La Sentinella.

Commenta su Facebook