I militari della Guardia di Finanza del comando provinciale di Catania in questo scorcio di settimana hanno fornito il loro contributo nell’attività di vigilanza a tutela della collettività perseguendo la finalità di garantire l’attuazione delle misure disposte dal Governo per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19 e prevenire l’ulteriore diffusione dei contagi nonché contrastare altri episodi d’illegalità.

In particolare i militari della Compagnia di Risposto durante il controllo anti-Covid di un esercizio commerciale, un bar caffè di Mascali (CT), hanno identificato un soggetto intento a giocare con le slot machine ivi installate. L’esito dell’accertamento si è concluso con la contestazione a carico dell’avventore e del rappresentante legale dell’attività della violazione alla L. 35/2020 e si disponeva la chiusura dell’esercizio in attesa del provvedimento definitivo dell’autorità competente.

Contestualmente si è proceduto con il sequestro dei 5 apparecchi da gioco e divertimento non collegati alla rete telematica dell’A.D.M., e alla contestazione amministrativa che prevede una sanzione massima di 50mila euro, nonché all’individuazione di 2 lavoratori in nero, di cui 1 percettore del Reddito di Cittadinanza, che è stato immediatamente segnalato all’INPS competente per la decadenza del beneficio.