gatti bakoo

“Saremo presenti, come è nostro dovere, al fianco delle società che sono la spina dorsale di questo settore: quelle di gestione. Bakoo spa e le società che rappresento, sono emiliane, e come tali saranno, nelle forme e modi opportuni, presenti alla manifestazione.

Non concordo con Brenta poichè è una grave assenza quella della FIT. E’ un’assenza che segna una scollatura fra clienti e fornitori di servizi.

E’ un errore strategico e mediatico molto grave. Sicuramente queste manifestazioni non hanno, storicamente, un grande impatto sulla fase decisionale. Ma servono per contarci, per comprendere quanti siamo e per organizzare al meglio una successiva fase. Questa parte politica, che governa senza avere raggiunto la corretta maturità nei confronti del settore, è comunque destinata a perdere. E perderà sotto la spinta anche del comparto che in massa non potrà fare altro che prendere atto dell’impossibilità di avere un dialogo e votare quindi per un’alternativa.

Non scendere in piazza significa sottrarsi a una condivisione di obiettivi. Significa ritenersi tutelati comunque. Sarebbe curioso sapere se, da chi e in che forme è stata
garantita questa tutela. Brenta sbaglia a dire che non è il momento di scendere in piazza.

Se non è questo il momento qual è il momento? Non è così che si approccia alla tutela di un settore che non è peraltro marginale per la propria attività. Si dovrebbe pensare anche alla tutela di migliaia di lavoratori che oggi contribuiscono ad arricchire con il proprio operato anche i tabaccai emiliani. Comprendo che la tabaccheria ha altri prodotti di gioco da vendere ma ritengo la posizione associativa inaccettabile.

Forse la FIT immagina un futuro senza gestori, con i soli tabaccai a gestire il gioco.

Il comparto ha già iniziato a dialogare con chi verrà dopo. Ed è per questo che occorre gridare con forza lo scontento per questa politica sorda e impermeabile alle richieste di un settore. Settore buono, per loro, solo a tirare fuori i soldi per le assurde iniziative economico-sociali che nell’ultimo periodo hanno contraddistinto una parte politica che gradualmente si va spegnendo.

Subiremo questa finanziaria, subiremo ancora prelievi, senza dubbio il nostro malcontento non verrà considerato in nome di una illogica e perbenista ideologia, ma di certo si andrà a votare. E il settore pesa. Pesa ed è possibile contarlo. Non è una cosa da poco”.

Ing. Francesco Gatti
BAKOO S.P.A.
[email protected]

Commenta su Facebook