Claudio Testa, operatore del settore del gioco legale, ci ha segnalato una interessante inchiesta video da lui realizzata sul mondo delle slot e delle vlt, fornendo quello che è il punto di vista di chi in questo comparto lavora.

Un video inchiesta/denuncia che fa luce, grazie all’aiuto di un whistleblower, ovvero di un operatore interno a questo mondo, sulle zone buie del settore, così spesso vessato proprio perché non compreso. ‘Quando le informazioni mancano, le voci crescono’ recitava Alberto Moravia, intendendo dire che spesso è proprio l’ignoranza ad alimentare false narrazioni. La visione di questo video vi fornirà proprio quelle informazioni – spiega Claudio -. Vi ricordo che stiamo parlando di un settore, quello del gioco lecito, di estremo interesse economico che movimenta ogni anno circa 103 miliardi, e che pare sia entrato a pieno titolo nelle strategie di investimento dei più grandi fondi di investimento mondiali”.

“Il video contiene anche una proposta politica apparentemente folle – aggiunge Claudio -, in un momento apparentemente inopportuno, ma che se ascoltata con attenzione, offre una via d’uscita (forse l’unica percorribile al momento) per salvare la filiera di questo settore”.

E ancora: “L’iniziativa ‘Io non apro – Gioco lecito game over’ è una proposta di mobilitazione affinché ci si possa unire in un programma “politico” con il quale chiedere fermamente al Governo di attuare le riforme espresse, in linee di massima, nei quattro punti dell’iniziativa e riportate nel video durante la spiegazione”.

Per maggiori informazioni sul programma dell’iniziativa accedi e iscriviti al canale Telegram @IoNONaproGiocoLecito.

Al seguente link https://youtu.be/V0XFQzElMMQ è possibile visionare l’intervista integrale fatta al noleggiatore che per l’occasione ha preferito rimanere anonimo.

“Nel mio percorso di informatore e di libero pensatore, ho già avuto modo di affrontare questo tema del gioco lecito e del gioco d’azzardo, in un video che puoi vedere a questo link https://youtu.be/J-tGWJ2hdxQ” ha concluso Claudio.