Print Friendly, PDF & Email

AWP – “La guerra contro le slot da bar è assurda e non è un deterrente contro la dipendenza o contro l’azzardo” spiega Eugenio Bernardi, vicepresidente SAPAR, in una intervista pubblicata oggi dal Giornale di Brescia.

La premessa è che vanno messe in campo tutte le azioni per combattere la dipendenza da gioco ma questo per Bernardi non può essere fatto “con la legge voluta da Viviana Beccalossi che va a colpire solo una tipologia di giochi”.

Dopo aver sottolineato che il gioco in Lombardia è aumentato piuttosto che diminuire dopo l’adozione della legge regionale, Bernardi auspica “una regolamentazione a livello nazionale e restrizioni che dovrebbero riguardare tutte le tipologie di gioco.

Il proibizionismo verso le sole slot da bar non risolverà il problema delle patologie, non farà altro – conclude il vicepresidente SAPAR – che spostare la domanda dalle slot ad altri giochi che, peraltro, pagano meno imposte”.
Commenta su Facebook