(Jamma) – La Commissione sul gioco d’azzardo della Gran Bretagna ha pubblicato la relazione sulla partecipazione e le percezioni sul gioco del 2017 , rivelando le ultime tendenze dei consumatori di gioco in Gran Bretagna.

Il rapporto riguarda i tassi di partecipazione, le stime del gioco d’azzardo problematico, il comportamento del gioco online, la consapevolezza dei consumatori sugli strumenti di gestione del gioco e l’atteggiamento nei confronti del gioco d’azzardo.

Ben Haden, direttore del programma presso la Commissione sul gioco d’azzardo, ha dichiarato: “La nostra nuova strategia triennale stabilisce il nostro ruolo nello sviluppo di una solida base di prove e una migliore comprensione dell’impatto che il gioco d’azzardo ha sulla società. Il rapporto di oggi apporta un contributo importante a questo lavoro in quanto presenta una visione completa su come il pubblico britannico sta scegliendo il gioco d’azzardo e il loro atteggiamento nei confronti del mercato attuale.

La nostra ricerca mostra il fattore principale che influenza dove qualcuno gioca, un’azienda con una reputazione per essere considerata leale e affidabile. Il messaggio è chiaro: le società di gioco che trattano bene i loro clienti e agiscono in modo responsabile avranno vantaggio competitivo”.

Risultati principali:

  • Il 45% delle persone ha giocato d’azzardo nelle ultime quattro settimane (inclusa la lotteria della National Lottery) (48% in un anno a dicembre 2016)
  • Il 18% delle persone ha giocato online nelle ultime quattro settimane (17% in un anno a dicembre 2016)
  • L’1% delle persone che hanno giocato d’azzardo, ha giocato alle macchine in un bookmaker nelle ultime quattro settimane (1% in un anno a dicembre 2016)
  • 0,8% di tutti gli intervistati identificati come giocatori problematici e il 3,9% identificati come giocatori a rischio.
  • Il 51% dei giocatori d’azzardo online lo ha fatto utilizzando un telefono cellulare o un tablet (il 43% in un anno a dicembre 2016)
  • In media, i giocatori d’azzardo online detenevano 4 conti ciascuno (3 in un anno a dicembre 2016)
  • Il 6% dei giocatori d’azzardo si è auto-escluso (il 6% in un anno a dicembre 2016)
  • Il 26% dei giocatori d’azzardo segue le società di gioco sui social media (il 32% in un anno a dicembre 2016)
  • Il 33% delle persone ritiene che il gioco d’azzardo sia equo e affidabile (34% in un anno a dicembre 2016)
  • Il 41% delle persone ritiene che il gioco d’azzardo sia associato al crimine (39% in un anno a dicembre 2016)
Commenta su Facebook