Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – “Questo Governo – scrivono dalla associazione AGCAI – è un comitato d’affari spietato che pensa solo a proteggere il volume d’affari delle multinazionali dell’azzardo, rovinando i cittadini italiani. Se questo Governo non viene fermato, le multinazionali diventeranno sempre più potenti e l’Italia sarà sempre più dipendente dal gioco d’azzardo”.

“Vogliamo – prosegue la nota AGCAI – lasciare che i giocatori, e magari i nostri amici o parenti, siano rinchiusi nei mini-casinò con dentro le macchine chiamate VLT, cioè dentro le pericolosissime sale che vediamo ad ogni angolo delle nostre città? E’ evidente che le conseguenze sociali saranno disastrose e vanno contro la tutela della salute pubblica. In questi luoghi scandalosi e pericolosissimi i giocatori spenderanno molto di più grazie alle macchinette infernali chiamate VLT e grazie al gioco online

I gestori di apparecchi di intrattenimento con piccola vincita (denominati AWP, le slot da bar) hanno sempre proposto la riduzione per un numero massimo di quattro apparecchi per locale pubblico e la loro sostituzione con apparecchi con perdita oraria ancora più limitata di quella di oggi. Il Governo invece vuole che i giocatori perdano ancora di più e quindi vuol far diventare il nostro Paese un grande casinó aprendo altre 5000 sale scommesse con VLT, apparecchi dove si possono perdere migliaia di euro in poche ore.

Per ottenere questo il Governo ha messo in atto una persecuzione contro le aziende di gestione delle ‘macchinette da bar’ per nascondere l’intento di spostare tutto il settore in mano alle multinazionali che gestiscono le sale dedicate all’azzardo.

L’obiettivo è quello di lasciare libero spazio a queste grandi potenze mondiali dell’azzardo, facendo chiudere oltre 5000 aziende italiane e 150.000 lavoratori che hanno gestito fino ad oggi le AWP nei bar per conto dello Stato.

Ogni volta che c’è la possibilità per il Governo di colpire le macchinette dei bar a beneficio dei casinò delle multinazionali viene puntualmente fatto. Invece di tassare l’azzardo delle sale, dove si guadagnano grosse somme, vengono sempre colpite le piccole aziende che gestiscono le AWP da bar che guadagnano molto meno. (5 volte in meno rispetto ad una VLT).

E’ scandaloso che un Governo venga lasciato libero di comportarsi oltre ogni ragionevolezza e razionalità e che non dia nessuna spiegazione ad una riforma che va contro qualsiasi tutela dei giocatori e delle aziende italiane solo per favorire il business di poche grandi multinazionali.

Invitiamo tutti gli operatori a partecipare alla manifestazione che si terrà davanti a Montecitorio contro le ultime disposizioni contenute nel testo della Manovra Bis e che introducono una tassazione diretta di oltre il 66 percento sulle AWP contro il 40 per cento delle VLT è il 20 per cento sul gioco on line , aumentando sempre più la disparità di trattamento tra AWP ,VLT è appunto gioco online.

La manifestazione si terrà il 3 maggio prossimo alle ore 15,00 davanti a Montecitorio”.

Commenta su Facebook