Il settore delle slot, tra cui sono comprese anche le videolotterie, in Emilia Romagna garantisce in totale 5.262 posti di lavoro. E’ quanto emerge da una ricerca condotta dalla CGIA di Mestre per conto dell’associazione As.tro.

Le aziende che svologono attività di gestione degli apparecchi danno lavoro a un totale di 1.113 persone, mentre i locali dove sono presenti gli apparecchi occupano 1.362 persone.

Gli occupati negli esercizi ‘assimilati’ (tra cui tabaccherie, ricevitorie) sono complessivamente 2.587.

I produttori, ovvero l’indotto, conta 200 occupati.

Lo studio non comprende gli occupati dei concessionari.