I funzionari ADM di Messina, in collaborazione con i militari dell’Arma dei Carabinieri, hanno sottoposto a sequestro amministrativo 7 apparecchi da intrattenimento non conformi alla vigente normativa nonché privi di autorizzazione, in un circolo privato della Provincia di Messina.

Al titolare, inoltre, sono state contestate l’assenza di materiale informativo sul rischio di dipendenza dalla pratica di giochi con vincita in denaro, la mancanza di licenza di Polizia e la mancata esposizione della tabella predisposta dal Questore dei giochi proibiti.

L’intervento ha permesso, nell’ambito dei controlli finalizzati alla verifica sul rispetto delle norme sul contrasto alla diffusione della pandemia da Covid-19, di accertare anche la violazione dell’obbligo di chiusura delle attività di sale giochi.

Accertata l’evasione dell’imposta sugli intrattenimenti (ISI), al gestore sono state elevate sanzioni amministrative per un totale complessivo di 33.000 euro oltre l’imposta evasa ed è stata disposta la chiusura del circolo privato.