Il lockdown, e la conseguente sospensione della attività delle slot, AWP e VLT, prima nella primavera e poi dall’ottobre scorso, ha determinato un calo delle raccolta del 60% rispetto all’anno precedente.

La raccolta, ovvero l’ammontare complessivo delle giocate compreso delle vincite, è stata nel 2020 pari a 85,7 miliardi di euro, ovvero il 22,5% in meno rispetto al 2019.

Come è noto il settore del gioco legale è stato uno dei più penalizzati dalle misure restrittive imposte per l’emergenza COVID.

Con la dichiarazione dello stato dell’emergenza, nel marzo 2020, le attività di gioco e quella delle slot nei pubblici esercizi, è stata sospesa fino al luglio scorso. Poi di nuovo imposta dall’ottobre 2020.

Slot e Videolotterie, secondo gli ultimi report, hanno registrato un volume di raccolta totale pari a 18,7 miliardi di euro, ovvero il 59,9% in meno rispetto ai 44,8 miliardi del 2019.

Alla luce degli ultimi dati il comparto degli apparecchi è passato a rappresentare appena il 21 per cento della raccolta complessiva, contro il 42 per cento del 2019.