Nel periodo gennaio-novembre 2020 le entrate totali relative ai giochi (che includono varie imposte classificate come entrate erariali sia dirette che indirette) sono risultate pari a 9.151 milioni di euro (-4.917 milioni di euro, pari a –35%) e hanno naturalmente risentito della sospensione dei giochi a partire dalla fine dei concorsi del 21 marzo 2020; considerando solo le imposte indirette, il gettito delle attività da gioco (lotto, lotterie e delle altre attività di gioco) è di 8.704 milioni di euro (-4.904 milioni di euro, pari a –36%).

E’ quanto certifica il Ministero delle Finanze con la pubblicazione dell’ultimo report sulle entrate.

Gli apparecchi da intrattenimento, slot e videolotterie, con mancate entrate per 3.153 milioni di euro, registrano il calo più consistente, oltre 52%.