La proposta di legge approvata oggi dal Consiglio Regionale delle Marche apporta modifiche alla legge regionale del 7 febbraio 2017, n. 3 “Norme per la prevenzione e il trattamento del gioco d’azzardo patologico e della dipendenza da nuove tecnologie e social network”.

“L’esigenza nasce Tale esigenza nasce dalla necessità di rivedere le scadenze dei termini previsti all’articolo 16 della legge regionale”, precisa il consigliere Francesco Giacinti, promotore dell’iniziativa legislativa. “In particolar modo, vengono prorogati i termini, per gli esercenti, di adeguarsi alle disposizioni riguardanti i luoghi di installazione degli apparecchi e congegni per il gioco in attesa della verifica dell’impatto sul territorio regionale dei provvedimenti statali in materia. Inoltre, in considerazione delle difficoltà riscontrate nella realizzazione dei corsi di formazione per il personale impegnato nelle diverse realtà di gioco e per i gestori vengono differiti al 30 novembre 2021 i termini per la loro attuazione’.