In sette città del Nord Reno-Westfalia, la polizia sta controllando pub, sale giochi e sale scommesse. L’obiettivo è scovare le slot machine illegali.

La polizia del Nord Reno-Westfalia e diverse autorità sono intervenute contro la criminalità organizzata, soprattutto nella regione della Ruhr. Uno degli obiettivi era la lotta al gioco d’azzardo illegale. I controlli sono stati effettuati in più di dieci comuni all’interno di esercizi commerciali tra cui bar, scommesse, sale giochi e sale da tè. “Il punto è mostrare a coloro che rendono queste città insicure nella vita di tutti i giorni: è finita, qui ci sono disordini ogni giorno”, ha detto il ministro dell’Interno della Renania settentrionale-Vestfalia Herbert Reul . Il messaggio è chiaro: “La legge del clan qui non si applica, ma la legge dello Stato sì”. Non si tratta di banalità, ma di “atti criminali importanti”, secondo il politico della CDU.

Sono state effettuate anche ricerche a Mülheim, Duisburg, Bochum, Herne, Witten, Gelsenkirchen, Dortmund, Wuppertal e nel distretto di Mettmann. Nei raid sono stati coinvolti anche dogane, investigatori fiscali, autorità cittadine e, in alcune città, anche la polizia federale.

Nel corso dell’operazione sono state scoperte slot non autorizzate all’interno di internet café.

A Duisburg è stata  scoperta una sala da gioco presumibilmente illegale iall’interno di una sala da tè. Nel maggio 2019, l’Ufficio di polizia criminale di Stato ha presentato il  primo report della situazione della criminalità nel Nord Reno-Westfalia. La  polizia ha visto stimato 104 clan, circa 6.500 sospetti affiliati responsabili di oltre 14.000 crimini.