Nel corso degli ultimi giorni, sono stati predisposti ed eseguiti da agenti della Divisione Amministrativa della Questura di Foggia, specifici controlli intesi a verificare il rispetto della normativa degli esercizi pubblici e sale giochi, con particolare riferimento al divieto di gioco ai minori, nonché verificare il rispetto della normativa anti covid ed il regolare possesso del “Green Pass”.

All’esito dei controlli sono state sanzionate due sale slot: la prima lasciata completamente incustodita dalla titolare, ed il cui accesso era consentito a tutti, senza che venissero osservate le norme sulla identificazione dei minori e sul possesso della certificazione anticovid.

Al momento del controllo, infatti sono stati identificati due minorenni all’interno della sala. Inoltre, è stata riscontrata la presenza di un numero di videoslot superiore a quello autorizzato dal Comune. Per queste violazioni, la titolare è stata sanzionata per oltre 3mila euro.

Due sanzioni per la violazione delle norme anticovid sono state invece irrogate alla titolare di un’altra sala slot e ad un avventore straniero, perché, la prima ha omesso di richiedere il possesso del “Green Pass” all’avventore che, a sua volta ne risultava privo e, pertanto non avrebbe potuto accedere alla sala giochi. Le violazioni sono state segnalate al Comune, all’Agenzia delle Dogane e alla Prefettura di Foggia per eventuali provvedimenti di propria competenza.