Nel corso degli ultimi giorni, la Questura e la Polizia Locale di Foggia hanno effettuato specifici controlli nei confronti di esercizi pubblici e sale giochi nelle zone della “movida” e del “Quartiere Ferrovia”, per verificare il rispetto del divieto di gioco e vendita di alcool ai minori e quello della normativa anti-covid. Diverse sono state le attività sanzionate.

Una sala slot sita nel “Quartiere Ferrovia” è stata trovata completamente incustodita, tanto che chiunque poteva accedervi senza alcun controllo né sull’età, né sul possesso del green-pass. Il titolare della sala è stato multato e dovrà pagare una sanzione di 1.000 euro. Trattandosi di una grave violazione e considerato che l’attività era stata oggetto di precedenti sanzioni per gli stessi motivi, seguirà la chiusura del locale.

In una rivendita di tabacchi sita in pieno centro, è stata riscontrata la presenza di un numero di video slot superiore a quello previsto dall’autorizzazione comunale ed è stato sorpreso un avventore intento a giocare non munito di green pass; è stato inoltre riscontrato che non era garantita la necessaria divisione tra l’attività commerciale e la zona gioco, prevista dalla normativa a tutela dei minori. Sia il titolare che l’avventore sono stati multati e dovranno rispettivamente pagare una sanzione di 1.000 euro e 400 euro.

Nella zona dei “Quartieri Settecenteschi” è stata controllata una sala scommesse nella quale era presente una cliente priva del green pass, motivo per il quale la stessa è stata sanzionata, unitamente al preposto all’attività. Per entrambi la sanzione ammonta a 400 euro.

I controlli proseguiranno nei prossimi giorni in particolare nelle ore serali.