firenze

Nei primi sei mesi del 2019, rispetto ai sei precedenti, le infrazioni sono aumentate del 32 per cento. Da gennaio a giugno sono state fatte 69 multe, da luglio a dicembre del 2018 erano state 47.

Un dato cresciuto di pari passo con il numero dei controlli effettuati dalla polizia municipale, passati da 185 a 252. «La lotta alla ludopatia è un tema a cui si dedicano più componenti della giunta. Grazie anche alle segnalazioni dei cittadini — spiega l’assessore al Commercio, Federico Gianassi — abbiamo fissato dei punti fermi e incrementato le azioni di prevenzione e contrasto». Regole e sanzioni Gli esercizi commerciali che hanno pagato sanzioni tra i 25 e i 500 euro, avevano permesso ai giocatori di tentare la fortuna in fasce orarie non consentite: dalle 13 alle 19 per le slot machine e dalle 18 alle 24 per le sale da gioco (esclusi i tavoli da biliardo e gli impianti da bowling, considerati attività sportive). Negli ultimi dodici mesi 13 attività sono state colte in fallo per due volte nell’arco di un anno e nei loro confronti è scattata la sospensiva che prevede tre giorni di stop. L’ultimo episodio l’i agosto, quando i vigili hanno imposto lo spegnimento delle slot a una sala giochi della periferia nord.

Commenta su Facebook