euromat
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) A seguito del lancio della sua nuova categoria di Corporate Membership, la European Gaming and Amusement Federation (Euromat) è lieta di accogliere tre nuovi membri tra le realtà più note nel settore del gaming e dell’intrattenimento: Crown Technologies, Faro Games e JVH Gaming.

Commentando la notizia, il presidente di EUROMAT, Jason Frost, ha dichiarato: “L’adesione corporativa è il modo migliore per mantenere un impulso sul business. Entrando in qualità di membro aziendale, i produttori, i distributori e tutti gli operatori del settore avranno accesso di prima mano a servizi di informazione, di networking e di comunicazione già accessibili solo alle associazioni. Questo darà loro un vantaggio significativo “.

L’accesso ai dati industriali e ai raport di ogni singolo paese sono anche un vantaggio importante di cui godono i membri . Con le condizioni di mercato che cambiano rapidamente in tutta Europa, l’accesso a dati aggiornati sui regolarmente è un bene commerciale. Le condizioni di mercato sono spesso regolate dalla normativa e la capacità di EUROMAT di essere sempre aggiornata su questi cambiamenti per conto dei membri è anche un grande vantaggio.

Secondo Eric Olders, CEO di JVH Gaming, questo è il motivo per cui la sua azienda è entrata a far parte di EUROMAT: “Come leader del mercato olandese, prendiamo molto seriamente l’allineamento internazionale, gli sviluppi del settore e le informazioni. EUROMAT è la piattaforma perfetta per connettersi con le aziende e affrontare una regolamentazione in continua evoluzione“.

Naturalmente i soci aziendali avranno vantaggi per avere accesso ai mercati.

Per Heiko Busse, amministratore delegato di Crown Technologies, questo è un motivo importante : “Euromat rappresenta una grande esposizione per noi. È un’ottima piattaforma per accedere alla catena di fornitura completa del nostro settore, a livello europeo “.

Roberto Marai, proprietario delal Faro Games, dice: “Sono un membro di EUROMAT per poter ampliare i nostri orizzonti e incontrare altre aziende in Europa. Il nostro settore è difficile da gestire e siamo sotto pressione in diversi paesi. Dobbiamo mettere insieme le nostre capacità per trovare le sinergie in modo che la nostra voce sia più forte “.

Commenta su Facebook