Il Comune di Courmayeur (AO), dove non ci sono slot in tutto il territorio comunale, ha deciso di portare a 1.000 metri la distanza minima dai luoghi sensibili per le ‘eventuali’ sale giochi che vorranno aprire.

Al centro del dibattito consigliare dell’ultima riunione anche l’approvazione del Regolamento comunale sulle sale giochi e spazi per il gioco per il Contrasto alla ludopatia. Dal monitoraggio realizzato dalla Polizia Locale di Courmayeur, al 21 novembre 2019 si evince l’assenza su tutto il territorio comunale di apparecchiature per giochi di intrattenimento e di abilità (slot machines). Il Comune di Courmayeur ha fatto proprio il regolamento predisposto dal CELVA che aveva provveduto a disciplinare le modalità di apertura e gestione di sale giochi e le modalità di installazione ed uso degli apparecchi per giochi da intrattenimento e di abilità. La deliberazione di Consiglio comunale rafforza le misure che consentono di arginare le problematiche derivanti dal Gioco di Azzardo Patologico con il raddoppio della distanza minima dai luoghi ritenuti sensibili, definita nella deliberazione in 1000 metri. Il Consigliere Alberto Vaglio, intervenuto sul tema, ha proposto all’Amministrazione comunale di attivare una collaborazione con l’Assessorato regionale alla Sanità impegnato in una campagna di informazione relativa al contrasto alle dipendenze. La suggestione è stata accolta dal Sindaco, Stefano Miserocchi, e sarà oggetto di una prossima azione da parte dell’Amministrazione comunale. La delibera è stata approvata all’unanimità.