Attività congiunta deifunzionari ADM e dei militari della Stazione Carabinieri di Lumezzane (BS) volta a contrastare il gioco illegale e verificare il rispetto del divieto di gioco per i minori.

I controlli hanno interessato il comune di Lumezzane (BS) dove,all’interno di un pubblico esercizio,era a disposizione dei clienti, perfettamente funzionante,un apparecchio da intrattenimento non conforme, che riproduceva il gioco del poker in violazione dell’art. 110 comma 7bis del T.U.L.P.S. e del Decreto Interdirettoriale 8.11.2005.

Nonostante l’esercente abbia tentato di occultare l’apparecchio per sottrarlo alla verifica,lo stesso è stato sottoposto a controllo e a successivo sequestro amministrativo. Prevista una sanzione pecuniaria,da € 5.000 a € 50.000 ai sensi dell’art. 110, c. 9 lett. fquaterdel T.U.L.P.S., al titolare dell’esercizio e la chiusura dell’attività da 30 a 60 giorni.La medesima sanzione sarà notificata,nei prossimi giorni,al proprietario dell’apparecchio sequestrato. L’operazione rientra nel quadro generale di attuazione della strategia di ADM per impedire che interessi criminosi si introducano nel settore dei giochi, con danni agli utenti e all’Erario