gioacchini
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – L’amministrazione comunale di Jesi (An) si è riunita, nei giorni scorsi, per discutere ed approfondire il tema delle criticità legate al gioco con vincita in denaro e le modalità migliori per affrontarlo.

Prima di approvare un regolamento, sono state convocate, in un’ audizione in prima commissione consiliare, le associazioni di categoria.

Presenti all’incontro l’assessore alle Politiche Sociali e Sanità, Marialuisa Quaglieri, il responsabile della bozza del regolamento, Mauro Torelli e la Prima Commissione al completo, compresa la presidente Maria Chiara Garofoli.

Dall’altra parte del tavolo, oltre a Astro, si sono seduti Fit, Sts e altre associazioni di categoria. Convocati anche per l’occasione la dottoressa Italiano del dipartimento delle dipendenze, la Caritas e l’Oikos, una Onlus attiva sul fronte della tutela delle cosiddette fasce deboli.

«È stato un incontro lungo, perché le tematiche – sia a livello nazionale che locale – sono tante, ma sono certo anche utile a tutti i partecipanti per comprendere meglio le diverse dinamiche che governano il settore del gioco lecito.  Ci siamo confrontati con grande spirito di collaborazione con l’amministrazione comunale, che ringraziamo per l’attenzione e la disponibilità». E’ il commento di Paolo Gioacchini che, assieme a Claudio Bianchella, ha partecipato all’audizione in commissione in qualità di referente per la regione Marche di Astro-Confindustria S.I.T..

«C’è stata grande identità di vedute sui temi della prevenzione, dell’informazione e della cura, così come sulla formazione di gestori ed esercenti. Siamo tutti d’accordo sulle necessità di promuovere il gioco sano. L’amministrazione si è dimostrata attenta anche alle problematiche inerenti l’occupazione e la salvaguardia delle imprese».

L’approvazione del regolamento, rinviata nei giorni scorsi proprio su richiesta di Astro, potrebbe slittare ancora, in previsione di altri incontri nei quali potrebbero nascere anche interessanti sinergie tra operatori e amministrazione comunale.

«La discussione e il confronto sono fondamentali nei rapporti con le amministrazioni – conclude Gioacchini – Un approccio che consente a tutte le parti interessate di poter approfondire i temi importanti ma tutt’altro che semplici come sono quelli legati al gioco. Tavoli di lavoro come quelli organizzati dal Comune di Jesi si sono recentemente tenuti anche a Macerata, Ancona e Treia. Il prossimo si terrà lunedì 19 febbraio alle ore 18 presso il Comune di Civitanova Marche. La speranza, ogni giorno più concreta, è che questo tipo di approccio possa diventare un vero e proprio modus operandi di tutte quelle amministrazioni comunali che intendono legiferare sul settore del gioco».

Commenta su Facebook