Sul caso Iori, l’avv.Marco Ripamonti ci fa prevenire il proprio pensiero: “Solidarietà, mia personale, a Beppe, che conosco da molti anni, in una vicenda che, a quanto pare, vedrebbe una cordata di esercenti che intenderebbero opporre una sorta di proditoria serrata a cartello, per indurlo ad una rideterminazione dei rispettivi margini. Non conosco i dettagli della vicenda, appresa da Jamma, ma non escludo proprio che date le circostanze, potrebbero persino concretarsi risvolti di interesse penalistico”.